Alchimia Tantrica

La sessualità è l’istinto umano più naturale e più potente, e il tantrismo lo considera parte inalienabile dell’essere umano: un impulso o forza che non è soltanto fisiologica o biologica, ma che permea tutta la vita emozionale ed intellettuale dell’individuo e facilita l’interazione reciproca. Il rapporto sessuale scuote l’essere umano inteso come individuo ed elimina la sua egoità. Nei partner scompare l’idea dell’altro come entità isolata, e fa sorgere un equilibrio in cui non c’è un soggetto che manipola né un oggetto da utilizzare ma ci sono unità (trascendenza del dualismo) e perfetta reciprocità di valori. Non si rimuove il sesso, ma si usa per trasformarlo in attività psichica superiore al fine di ottenere la consapevolezza trascendente (prajñõ).

Il reale praticante tantrico (Sadhaka) trasmuta l'energia sessuale in Amore. La via della sessualità sacra tantrica è un sentiero di amore e accettazione verso se stessi e l'altro. Il sesso sacro armonizza la polarità dell'energia (Shiva e Shakti) e attraverso di essa si oltrepassano le limitazioni del proprio sé sperimentando il senso di unità con la creazione. Infondendo la spiritualità nella relazione amorosa, ed entrando in una coscienza più elevata, il corpo e la passione vengono portati a una nuova dimensione di consapevolezza.Il sesso viene trasformato in Amore poichè esso è la via diretta per trascendere questo mondo con la sua dimensione limitata. L'amore viene trasformato nella luce, in esperienza meditativa, nel supremo ed estremo grande gesto mistico dell'unione.

La sessualità, e quindi il corpo, è un elemento fondamentale attraverso cui si impara ad amare se stessi, a risvegliare le proprie energie vitali per riversarle poi nell’unione con l’altro.

Nell'unione Sacra l’essere femminile viene trasfigurato in un simbolo vivente e in una manifestazione terrena della Madre Divina dell’Universo (Para Shakti), mentre l’uomo incarna il Principio Maschile (Shiva).La donna, che è in grado di dare la vita attraverso l’atto sacro della nascita, è Brahma, una delle tre divinità della Santa Trinità induista che per questo deve essere onorata e rispettata.Ella attrae, assorbe e contiene le energie latenti del Cosmo; quando si unisce all' elettricità maschile, l’energia femminile diventa dinamica e positiva conducendo a una reazione alchemica durante la quale i due partner si armonizzano su livelli multipli sviluppando capacità extra-sensoriali.La donna nel Tantrismo è energia di trasformazione, cambiamento,evoluzione e l'uomo è la pura coscienza.

Il Tantra è una via spirituale di liberazione e reintegrazione con l'assoluto che percorre qualsiasi strada, forma, pratica o espressione di questo “Tutto” di cui l'uomo è solo una scintilla, una rappresentazione in piccolo dell'Universo e del divino.

TANTRA MODERNO: Una via incompresa

Tuttavia di tutte le forme di Shastra indù, il Tantra è quello meno conosciuto e compreso, una circostanza dovuta in parte a causa delle difficoltà del suo contenuto e al fatto che la chiave per gran parte delle sue terminologie e metodi rimane in possesso agli iniziati.

Condividiamo di seguito le parole David Frawley, tratte dal suo articolo accademico “Tantra and its Misconceptions: Reclaiming the Essence from the Illusions.”

Forse niente è più esotico, drammatico e sensazionale nelle tradizioni Yoga dell'India di quanto lo sia la pratica del Tantra. Nessun altro approccio allo Yoga ha acquisito un tale fascino per la mente moderna alla ricerca del bizzarro, del divertimento e dell'enigmatico.

Il Tantra sembra offrire un successo sia spirituale che mondano a un livello superlativo. In particolare, offre speciali mezzi per accrescere il piacere sessuale, fare soldi, ottenere riconoscimento e sconfiggere i propri nemici - con metodi tantrici disponibili per raggiungere tutti i desideri umani. C'è nel Tantra qualcosa per tutti, specialmente quelli che possono essere scoraggiati da approcci ascetici o rinuncianti alla vita spirituale, come sembrano dominare la maggior parte del resto della tradizione Yoga. Tuttavia, dietro questo fascino del Tantra ci sono insegnamenti molto profondi e puri, incluse alcune pratiche e degli insegnamenti più dettagliate dell’intera tradizione yogica indiana degli ultimi mille anni o più. Sebbene il Tantra abbia molto da offrire a tutti, dobbiamo imparare a discriminare ciò che è vero Tantra rispetto a ciò che è un Tantra superficiale, dove si ricade nelle sue distorsioni, che sono molte.

In qualsiasi via spirituale l'ego umano non sviluppato naturalmente, si avvicinerà per la prima volta a Dio con i propri bisogni, piuttosto che per una vera ricerca di conoscenza o devozione. Il tantra fornisce uno dei modi più elaborati per farlo e riconosce il suo valore come un primo passo per portare le persone sul sentiero spirituale. Molte pratiche, come il canto dei mantra per aumentare la nostra prosperità o trovare un buon partner, o molte delle convinzioni occidentali riguardo ai Chakra, non rappresentano gli aspetti superiori del Tantra o dello Yoga. I chakra, centri energetici nel corpo sottile, sono spesso ridotti ad una formula fisica. Non sono considerati tanto come centri di esperienza spirituale, ma come luoghi di guarigione fisica ed emotiva. Tale guarigione dei chakra è comune in molti approcci New Age, comprese varie forme di massaggio, lavoro corporeo, lavoro energetico e guarigione pranica. Mentre queste pratiche possono avere i loro benefici per la salute, esse non spiegano gli aspetti più profondi dell'energia del chakra nella pratica dello Yoga, che richiedono un'intensa sadhana (pratica spirituale individuale), mantra, pranayama e meditazione. Nel frattempo, la Kundalini, che nella visione Tantrica rappresenta la Shakti Suprema, è generalmente ridotta a una qualche forma di energia sessuale, portando a stati ed esperienze emotive di sola evasione. Oppure viene considerata come una semplice forza naturale da utilizzare in modo tecnico. La sua vera natura di potere della coscienza è spesso trascurata.

Questa combinazione di fantasie New Age provenienti dall'Occidente e un innato bisogno indiano per Il GURU/Yogi magico ha creato molto spazio per l'illusione e la distorsione, se non la manipolazione e l'inganno. Il vero Tantra viene spesso seppellito sotto queste allure scintillanti e pretese esagerate..

Per concludere, ci si approccia al Tantra, come alla sessualità, in modo troppo superficiale e mondano.
Spesso ci si accosta all'altro sesso o per un semplice impulso genitale (più gli uomini) o a un bisogno emotivo nevrotico (più le donne).

La sessualità è vissuta ancora da molti uomini come un brivido fugace. Si ha così disperato bisogno di sesso, da sottostimare e manipolare l’altro sesso per ottenerlo o, al contrario, molti non hanno il coraggio di proporsi al femminile con audacia, rispetto e amore.
Quante donne invece si accontentano di uomini che non le amano, tenendosi stretto il maschio di turno, perché temono di rimanere da sole.

In un percorso di crescita personale vi sono molte diverse esperienze e percezioni della verità interiore. 
Alcune tecniche utilizzate dal Neo Tantra o Tantra new age, sono primitive e con un'energia molto bassa o tamasica, e sono utilizzate per liberarsi dallo stress o dai tabu'e non certo per realizzarsi. 
Non hanno niente a che vedere con il Tantra della tradizione dove le iniziazioni principali sono Mantra, Yantra e rituali. Dobbiamo tenere conto del contesto nel quale sono state diffuse queste pratiche. Un contesto bigotto, come lo era l'America (e lo è tutt'ora) alla fine degli anni 60 e l'Italia impregnata di cattolicesimo e tabù sessuali.

Questo approccio non solo ha confuso le masse ma ha anche dato vita a quel Tantra New Age che si è diffuso anche in Italia negli anni 80. Il sorgere di Centri Tantra o Pseudo Tantra in Italia (incluso centri massaggi) che diffondono pratiche new age condite con mediocrità e pratiche grottesche di sesso spiccio e inconsapevole credono che quello sia "fare tantra". Il tantra non SI FA ma SI E'.

Per praticare il Tantrismo, la condizione primaria è la presenza consapevole del proprio Sé. Le pratiche fisiche di tantra yoga - asana, pranayama, bandha - e quelle alchemiche - mantra, meditazioni, nyasa - possono essere applicate da tutti. Ottenendo molti effetti positivi, come riscoprire e coltivare la sensorialità, imparando ad espandere i sensi; sviluppare presenza e ascolto intimo consapevole in ogni attimo della vita; non fuggire dalle proprie ombre, ma passarci attraverso, trasformarle senza timore come il vira (eroe) e iniziare a cavalcare la tigre; comprendere che l’energia sessuale è l’energia più potente della creazione e risiede nel corpo». 
Niente è più magnificamente creativo e meditativo di un atto sacro d’amore. In quel momento capiamo di non essere soli e siamo uno con il macrocosmo.

COPYRIGHT- Articolo realizzato dallo studio di testi sacri e fonti storiche. Vietata la riproduzione senza citarne la fonte  e  i  Credits di Devi Tantra yoga. 

Per approfondire visitare il sito Devitantrayoga Milano